Home » Innovation Training Summit: formazione e risorse umane a confronto

Innovation Training Summit: formazione e risorse umane a confronto

di Annarita Cacciamani
cover_mainstage
Conclusa la prima edizione dell’Innovation Training Summit. Gli organizzatori: «Molte PMI non conoscono l’opportunità di destinare una quota INPS alla formazione». Fra i relatori dell’evento c’era anche Simone Colombo, direttore editoriale di HR Heroes.

 

L’Innovation Training Summit, evento organizzato dall’associazione Ecosistema Formazione Italia (EFI), guidata da Kevin Giorgis e Stefano Marchese e dedicato alla facilitazione dei processi nel settore della formazione, ha concluso la sua prima edizione. Registrati oltre 200 relatori e 1500 partecipanti con istituzioni e imprese fianco a fianco per dare il via a un percorso di collaborazione. Insieme ai fondatori e organizzatori Giorgis e Marchese, HR Heroes ha approfondito alcuni aspetti della manifestazione, che ha visto tra i relatori anche Simone Colombo, direttore editoriale del nostro magazine.

Come nasce il progetto dell’Innovation Training Summit?

Innovation Training Summit nasce dall’associazione Ecosistema Formazione Italia, che cerca di mettere a sistema i vari attori del mondo della formazione. Vale a dire i formatori, chi cerca formazione, chi offre servizi e le istituzioni. Il summit nasce quindi dall’esigenza di avere un momento in cui tutti si ritrovano. Il percorso di ideazione e organizzazione dell’evento è stato lungo e faticoso. Abbiamo voluto creare un evento dal taglio istituzionale, non un event marketing con il cappello di un’azienda, dove fosse possibile incontrarsi, confrontarsi e far nascere relazioni anche con le istituzioni.

Quale contributo vi piacerebbe che l’evento portasse al mondo della formazione e delle risorse umane?

Il confronto in un unico momento. Si è dialogato con persone complementari, si sono conosciute persone e realtà nuove di proprio interesse e con ruoli importanti nel settore, negli enti o nelle istituzioni. Da tutto questo possono perciò nascere nuove opportunità. Quindi, riassumendo, vogliamo essere un momento in cui proporre progetti e un’occasione per gli stati generali del settore, ponendoci come un osservatorio di raccolta dati da rivalutare il prossimo anno. Quest’anno è nata anche l’idea di redigere il manifesto Human Open Innovation, a cui stiamo già lavorando.

INTERNA

Quali sono le sfide che questo settore dovrà affrontare in futuro?

Bisogna fare molto, per esempio, in ottica di trasparenza, dato che vengono fatti pochi report, essendo un settore molto trasversale. Ci sono poi tanti temi su cui serve maggior consapevolezza come l’innovazione, l’e-learning o la sostenibilità. Altro elemento importantissimo è quello della formazione finanziata. Tante PMI non sanno che esiste l’opportunità di destinare lo 0,3% del contributo Inps alla formazione e quindi perdono questa occasione. È una possibilità sfruttata per meno del 50%. Riteniamo che sia necessario anche pensare a un nuovo modello di formazione dove l’individuo è maggiormente responsabilizzato. Infine, si dovrebbe lavorare molto di più sulle competenze digitali, di cui si parla tanto ma che nella pratica ancora sono secondarie.

Potete tracciare un rapido bilancio dell’evento?

Come prima edizione abbiamo avuto numeri molto importanti. Successo significare far succedere le cose e quindi per noi è già una vittoria essere riusciti a organizzare il tutto. Il nostro obiettivo era dare una scossa al mondo della formazione e dai primi feedback sembra raggiunto. Abbiamo visto molto entusiasmo e voglia di fare. Noi, intanto, andiamo avanti con due progetti. Il primo è EFInet, database opensource che mappa tutti gli operatori e fornitori di formazione in Italia, sia pubblici che privati, dai freelance alle grandi società di formazione, garantendo accessibilità, visibilità e trasparenza al settore. Il secondo è Efi in tour, vale a dire una serie di eventi in varie zone d’Italia dedicati ai vari aspetti della formazione.

 

Annarita Cacciamani

Ti potrebbe piacere

Lascia un commento

HRHeroes
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.